Gestire infrastrutture OpenStack con Ansible

AnsibleContinua la serie di webinar sulla Cloud Automation. Il 12 aprile scorso abbiamo presentato Ansible e illustrato come si può integrare con OpenStack. Ansible è un software Open Source che non dovrebbe mancare nella cassetta degli attrezzi di chi ha a che fare con le infrastrutture IT. Attraverso Ansible, possiamo automatizzare il cloud provisioning, la gestione delle configurazioni e il deployment di applicazioni. Per sfruttare al meglio una infrastruttura cloud basata su OpenStack, non basta gestire la configurazione dei singoli servizi: occorre saper orchestrare le interazioni e le relazioni tra loro, monitorare il loro stato e programmare le azioni automatiche necessarie al ripristino da guasti.

Nel webinar abbiamo visto come configurare i ruoli con i task, gli handler, i file e i template. Minimale, consistente e sicuro, Ansible non interferisce con l'ambiente applicativo e non prevede agent da dispiegare sui nodi, richiedendo esclusivamente OpenSSH per funzionare. Abbiamo imparato a scrivere i playbook Ansible, utili per gestire ed orchestrare le configurazioni OpenStack e manutenere le applicazioni. 

Se vi siete persi il webinar, niente paura! Basta iscriversi sulla piattaforma RIOS Academy. Una volta entrati nel corso di Ansible, troverete le slide e il video del webinar, con tanti esempi pratici per imparare facendo.